OWS Freight System Italia S.r.l.
OWS Freight System Italia S.r.l.


OWS Freight System Italia sa fare bene l’indiano

 
Genova – “Siamo una sorta di ufficio che opera in franchising, strettamente collegato alla casamadre, presidiando il territorio italiano per loro conto”.
Così esemplifica la propria realtà operativa Monica Denevi, amministratrice e contitolare di OWS Freight System Italia, la società di Genova Sampierdarena (ma con una seconda filiale di recente costituzione) aperta nel 2011. “Peraltro non nasciamo dal nulla, in quanto la nostra famiglia ha una certa esperienza in fatto di spedizioni, trasporti e logistica. La nostra attività varia su tutte le modalità: nave, aereo, camion, treno, e per le operazioni doganali ci appoggiamo a transitari” afferma la manager e imprenditrice nel suo ufficio di un classico palazzone da ‘scagni’ retroportuali prospiciente la Lanterna e il Matitone, simboli antico e moderno della Genova operosa.
Il fatto di essere stati selezionati dal colosso di Mumbai (l’antica Bombay) OWS Freight System, guidato dal managing director Vinay Sharma – il sesto uomo più ricco dell’India – suona a grande merito per la piccola filiale tricolore, una decina di addetti in tutto. Il gruppo indiano, costituito una ventina di anni fa ha infatti cinque uffici in patria, uno a Dubai, uno in Oman, uno negli Stati Uniti, e uno solo in Europa, Genova appunto!
E, per essere precisi, gli uffici italiani sono ora raddoppiati, perché lo scorso giugno all’Hotel Marriott di Milano si è svolta la cerimonia di inaugurazione del branch office ambrosiano, operativo già dal febbraio 2013; in quell’occasione si era scomodato a venire lo stesso gran capo dall’India.
E non si ferma tutto qua, perché l’espansione nel Milanese è destinata a continuare.
“Apriremo presto un deposito logistico presso l’aeroporto di Malpensa, avendo ottenuto la certificazione di agente IATA; siamo in trattativa per rilevare un’azienda dotata di magazzino, ma se questa non si concretizzasse, abbiamo già l’alternativa di aprire autonomamente un deposito da almeno 1.000 mq coperti. Questo nuovo centro logistico sarà utile per servire i traffici di uno dei nostri principali clienti, la Zambon Farmaceutica, che chiaramente si svolge in prevalenza per via aerea, mentre si svolge via mare la maggior parte del nostro import ed export. A proposito di questi due flussi, generalmente facciamo parecchio export, ma da marzo notiamo, in controtendenza, un aumento dell’import” annota ancora Denevi.
Per svolgere le proprie operazioni, OWS si rivolge al mercato dell’autotrasporto e della logistica ma dispone anche di un paio di società satelliti collegate: la Compagnia Logistica, che dispone di 2.500 mq di capannoni doganali a Genova Borzoli, e un vettore stradale dotato di una ventina di mezzi fra semi rimorchi, ralle, bilici e furgoni di produzione Zorzi, Piacenza Rimorchi, Ambrogio, Noteboom e, per quanto concerne i trattori, MAN.
Specializzati nel settore farmaceutico con tanto di certificazione ISO 9001, gli spedizionieri genovesi peraltro trattano qualunque tipo di merce. “Abbiamo un consistente traffico di vergelle e altri prodotti siderurgici in import dall’India dalla fabbrica Venus. Ed è proprio di queste ore l’acquisizione di un volume di 20 container al mese dalla società industriale coreana Ballon”.
Una serie di attività che ha rapidamente permesso di triplicare il fatturato realizzato rispetto a quello del 2012, con evidenti prospettive di ulteriore crescita.